[L’osservatore] E se domani…

Guardo la card di Wrestlemania e l’angoscia mi assale. Tutto appare così scontato, tutto appare già scritto.

Con una specie di meccanismo di auto-difesa la mia mente vaga, cerca tra i rumors e i segmenti da backstage sperando di trovare un appiglio, un’indicazione, una scintilla che tenga vivo il fuoco dell’illusione, o per lo meno del dubbio.

Dopo tanto pensare, arrovellarsi, scervellarsi, ecco che alla fine torna con tre scenari tre, tanto impossibili quanto suggestivi.

Se anche voi temete la Fiera dello Scontato seguite questi miei deliri, e ditemi se non sarebbe bello se…

1. WWE Title Match: Orton (C) vs Cena  vs HHH

L’ho già scritto tempo fa su questo blog: sono sempre più convinto che negli ultimi anni la tendenza WWE sia di fare di Wrestlemania la Festa dei Face. Alla luce di questo la caduta di Orton sembra annunciata. L’amico Decano sostiene che prevarrà il peso politico di HHH, che riuscirà finalmente a riportare a casa la cintura che tanto desidera, mentre io temo che l’alloro possa tornare tra le mani di Cena, per la gioca del pubblico teen-and-under e delle fans.

A cosa mi aggrappo: ad un segmento nel backstage di Raw di qualche setttimana fa in cui Mr.Kennedy ammoniva Orton “A Wrestlemania io vincerò il Money in the Bank Ladder Match ed incasserò subito la mia clausola, mantenendo fede alla promessa che feci un anno fa”.

Cosa sogno:

Pensate: Triple Threat Match, lungo e sanguinoso. Alla fine la spunta Cena. Tripudio dei (piccoli) fans. Il loro eroe è così stremato che fatica perfino ad alzare la cintura. Parte la theme-song ma…d’improvviso s’interrompe: arriva Kennedy agitando la valigetta. Tripudio dei fans (adulti). Kennedy prende il microfono “Cena, lo avevo detto: a Wrestlemania 24 avrei incassato la clausola ed avreste avuto un nuovo WWE Champion: Misteeeeeeeeeeeeeeer Kennedyyyyyy……Kennedy !!!!”.

Cena è tra l’incredulo e lo sfinito, Kennedy si fionda sul ring, l’eroe dei piccoli da tutto sè stesso ma alla fine, di riffa o di raffa, perde il match !

Wrestlemania 24 si chiude con un mostruoso colpo di scena: nessuno tra i tre pretendenti è uscito campione, ma tutti e tre hanno pieno diritto di rivendicare un match titolato. Ce n’è abbastanza per arrivare alle soglie di Summerslam!

Purtroppo temo che a Stamford questa idea non vada per la maggiore….

 

2. Promotional Match: Big Show vs Floyd Mayweather

Un match talmente assurdo da non riuscire a suscitare in me alcuna spiegazione logica. Tutti hanno da perderci.

Mayweather impersonando l’heel rischia di perdere parte del suo enorme patrio consenso. Se poi dovesse perdere il match (unica ipotesi logica) di sicuro non avrebbe di che giovarsene.

Big Show può solo vincere, ed anche vincendo non aggiungerebbe nessun lustrino al suo pedegree: qual’è l’onore di battere un uomo di 183 cm per 72 kg quando tu sei alto 225 cm e pesi 210 kg ??? Se poi per assurdo dovesse perdere vedrebbe la sua carriera macchiarsi di un’onta pesantissima!

A cosa mi aggrappo: al non-sense di questo match 

Cosa sogno:

 

Gira e rigira l’unico motivo logico per indire un tale match mi sembra quello di trainare un clamoroso ritorno di un big man.

Immaginate Big Show che le da in lungo e largo a Mayweather. Il pugile è ormai ridotto ad una maschera di sangue, ma non vuole arrendersi. Big Show giochicchia con l’avversario, irridendolo ed aspettando ancora un pò prima di finirlo. Ma ad un certo punto si sente una musica: è una musica d’ingresso già nota…incredibile, è Goldberg !!! (o Brock Lesnar !!!!!!). Bill (o Brock) arriva di corsa, si tuffa nel ring e comincia a menare Big Show. Le reazioni del pubblico sono contrastanti: fischi ed ovazioni si susseguono e l’arena è una polveriera. Big Show reagisce, ne esce un vero e proprio match tra il gigante ed il rientrante. Alla fine vinca chi vinca (probabilmente il cadavere di Mayweather, per non de-pushare subito Brock (o Bill), magari con una scorrettezza), questa Wrestlemania sarà ricordata per il clamoroso ritorno, e SmackDown avrà un’attrazione capace di farne salire gli ascolti alle stelle

Lo so, sono già a livello di delirio…

 

3. ECW Championship Match 

Armando Alejandro Estrada l’ha già annunciato: nel corso di Wrestlemania ci sarà una Battle Royal (a 24 uomini, se non sbaglio) con atleti di tutti i roster, per decretare il primo sfidante al titolo di Chavo Guerrero. Sfidante che poi affronterà il campione nella stessa serata, col titolo in palio.

Sono già annunciati The Great Khali, Big Daddy V, Chuck Palumbo, Jamie Noble e CM Punk.

La stipulazione della Battle Royal già ci dice che probabilmente avremo un cambio di roster. La mia teoria sulla Festa dei Face invece fa pendere la bilancia dalla parte (per l’ennesimo rematch) di CM Punk. Ad ogni modo niente di entusiasmante, almeno per me.

A cosa mi aggrappo: a tre rumors, o meglio ad un rumor ed ad due dati di fatto.

Il primo dato di fatto è che da quando (diversi mesi, ormai) Dusty Rhodes è diventato l’head booker della ECW si è passati a show più lottati e meno caricaturali (fa fede la sparizione dalle scene dell’inquietante Boogeyman).

Il secondo dato di fatto è la recente abolizione del titolo Cruiserweight, che lascia, di fatto, i Cruiser WWE senza una concreta ragione d’essere.

Il rumor è quello che parla di una recente amicizia tra Jamie Noble da una parte e Shawn Michaels / Triple H dall’altra. Addirittura si dice che sia stato proprio Noble ad aiutare HBK e The Game nel perfezionamento di alcune tecniche sul ring.

Del peso politico di HHH nel backstage abbiamo già abbondamente parlato…

 

Cosa sogno:

Una Battle Royal vinta da Jamie Noble, che poi inizia un bel feud con Chavo che alla fine lo porti al meritato titolo.

Lo so che questo mio delirio ha molto meno appeal degli altri due, ma i patiti della lotta vera e propria mi potranno capire. Noble è, a mio modestissimo avviso, il più tecnico wrestler attualmente in forza alla WWE. Penalizzato da un fisico a livello piuma e da un carisma non certo straripante, ha avuto per l’ultima volta una cintura anni ed anni fa. 

Un feud (lottato) con Chavo ridarebbe un pò di smalto alla ECW, che, sempre a mio modestissimo avviso, è ormai da tempo sempre più simile ad una brutta copia di Velocity.

Ripeto: capisco che alla maggior parte dei lettori questo mio ultimo delirio possa risultare incomprensibile.

Ad ogni modo, purtroppo, la presenza di Chuck Palumbo, impegnato in un feud con Noble orginato dalle grazie di Michelle Mac Cool mi lascia supporre,temere e presagire che non sarà il mio beniamino il prossimo sfidante di Chavito.

 

 

 

Questi sono tre piccoli sogni. Il logo di questa Wrestlemania, l’avete presente, include un sole che pare proprio quello di un alba.

Com’era quel detto sui sogni e l’alba ? ….

 

 

 

 

 

[L’osservatore] E se domani…ultima modifica: 2008-03-21T17:31:21+01:00da charlesh_3rd
Reposta per primo quest’articolo